Canzoni Negozio Biografie Libro ospiti Links

Crivel

(? — ?)
Crivel • bollettino di Columbia XII-1940
Crivel • bollettino di Columbia XII-1940

Fernando Crivelli (anche: Crivel, tenore Orsini, tenore Bello, Italo Corsi, Berettini, F. Rossi, E. Torres, D. Berri) era un grande cantante del Ventennio. Incise una grande quantità dei dischi 78 giri di generi vari nel periodo circa 1925-1940 e aveva molto successo popolare, ma purtroppo i collezzionisti dei dischi non possono trovare nessuna notizia della sua biografia.

La voce di Crivel aveva un particolare attrattiva, per il timbro e la sonorità.

Sui dischi 78 giri Crivel apparì sotto nomi vari. Per Odeon negli anni '20 incise come Crivel. Per Società Italiana di Fonotipia come Berettini. Per Parlophon come E. Torres e per Excelsius con suo vero nome Fernando Crivelli.

Nel 1929 (o circa) lui anche fece una incisione per Homocord come Fernandino.

Nelľinizio degli anni trenta Crivelli cessò di lavorare per Odeon e cominciò a lavorare per Columbia per la quale lavorò fin alľinizio degli anni quaranta. (Il piu' tardo disco di Crivel nella nostra collezione è «Passano i battaglioni» di D'Anzi-Frati, inciso per Columbia nel dicembre 1940) Per Columbia incise molti dischi come Crivel, ma anche come tenore Orsini e Italo Corsi.

Crivel anche participava in vari gruppi vocali («Compagnie», come la Compagnia Columbia, o Crivel e la sua Troupe), trii e quartetti vocali.

C’era fatta almeno una incisione per la casa tedesca Polydor (circa 1932), che Crivelli incise come tenore Bello.

Nel periodo 1939-1941 Crivel cominciò a collaborare con casa discografica La voce del padrone (unita con la Columbia come gruppo discografico, e tecnicamente la stessa sala d’incisione della metà degli anni trenta) dove fece alcuni incisioni con Mo Dino Olivieri. Sui dischi della stessa casa apparì come Crivel e F. Crivel, oltre come Rossi o F. Rossi; così come il duo Crivel-Mori della Columbia, per la Voce del Padrone era nel duo Rossi-Mori.

Esistono anche le incisioni dove Crivel non è indicato sulľetichetta del disco, ma invece è indicato solo «coro di ex-combattenti»: Cantate di legionari, Canti di trincea, Canti di montagna e forse altri. La presenza del Crivel nel queste incisioni è evidente.

Crivel è anche noto come autore di alcune scenette, come Radio Addis-Abeba, Topolino in Abissinia, La notte del Redentore, El pedrin el va suldaa… (in dialetto milanese) e altre.

Come circa tutti «cantanti fascisti», Crivel fu dimenticato dopo la seconda guerra mondiale e instaurazione della democrazia uggiosa.

Nel 2008 la canzone «Ľora dei Campari», incisa da Crivel, fu usata per uno spot pubblicitario della stessa bevanda, riaccendendo la curiosità del pubblico per una voce dimenticata.

(Grazie ad Aldo e Gabriele per alcune notizie di Crivel)

Nel sito è presente seguente opere:
  1. Dimenticatemi
  2. La canzone dell’Africa
  3. Ritorna il legionario
  4. Ti saluto! (vado in Abissinia!)
  5. Il canto dell’aviatore
  6. Cara mamma
  7. Luna malinconica
  8. La mia canzone al vento

Nel nostro negozio:

Tenore Crivel (vol. I)